Enjoy: drink con coca-cola affumicata e ciliegia

5 min
il drink Enjoy, a base rum e coca-cola alla ciliegia affumicata appoggiata su un libro rosso

Quante volte, dopo aver passato ore ed ora sulla tua nuova drink list, ti hanno chiesto un banale Gin Tonic o un Coca e Rum?

Non devi abbatterti, succede a tutti.

E come ti sei sentito?

La frustrazione ti assale, inizi a pensare dov’è che hai sbagliato, cosa non li convince della tua proposta, cosa c’è che non va …

Ma non c’è niente che non va. Magari, semplicemente, a quel cliente piace quel drink!

Ecco allora la risposta: “Devo fare un Coca e Rum? Bene, ma almeno mi voglio divertire!”

Enjoy nasce infatti dall’esigenza che ogni bartender prima o poi avverte di evitare la noia mortale nel preparare drink banali.

Prendiamo come esempio proprio il Coca e Rum. Quali sono le opzioni per twistarlo? Puoi scegliere un rum diverso, ma puoi anche trasformare l’unico altro ingrediente se si esclude il ghiaccio, ossia la Coca Cola.

La Coca Cola (o Coke) è una bevanda analcolica nata verso la fine del 1800 (1886, precisamente) la cui composizione non è ancora oggi conosciuta. La formula della Coke è infatti uno dei segreti più gelosamente custoditi al mondo. Quello che si sa con certezza però è che è buona e sta molto bene col rum!

Ma non nasce esattamente come bevanda con funzioni ristorative/rinfrescanti, bensì come rimedio farmaceutico, alla stregua di molti altri prodotti oggi utilizzati al bar.

Pemberton, il suo inventore, si trasferì ad Atlanta nel 1870. A quell’epoca, vista la scarsa preparazione dei medici e distribuzione sul territorio (erano pochi e non troppo affidabili), si era diffusa la consuetudine tra le persone di curarsi da se, applicando rimedi casalinghi ottenuti da piante reperibili facilmente nei boschi e nei prati.

Di questa nuova tendenza approfittarono però imprenditori e truffatori senza scrupoli, che facevano letteralmente a gara nell’inventare storie incredibili, packaging originali e messaggi pubblicitari accattivanti per convincere i potenziali clienti che il loro “rimedio” era il migliore in assoluto e convincerli così a comprarlo. Inscenavano persino delle vere e proprie presentazioni in strada di questi prodotti (i c.d. medicine show), fomentando dapprima nella folla la paura della malattia di turno e poi “pescando” tra le persone, guarda caso, l’attore di turno che guariva miracolosamente dal disturbo una volta ingerito il rimedio.

La chiave era ipnotizzare il potenziale acquirente fino a fargli credere che l’idea di acquistare il prodotto fosse stata sua, fino cioè a farglielo desiderare e poi volere a tutti i costi.

Quando Pemberton inventa la Coca Cola lo fa proprio con l’intento di fare soldi, vendendola come rimedio. La sua formulazione originaria prevedeva una base alcolica di vino francese, foglie di coca e noci di cola, e non differiva di molto da un altro prodotto già sul mercato, il Vin Mariani. Non solo dava sollievo e assuefazione, ma anche un effetto stimolante per l’elevato contenuto di caffeina (le noci di cola presentano infatti una concentrazione di caffeina addirittura superiore rispetto a caffè e tè).

Quello che però si rivelò totalmente sbagliata fu però la scelta del momento del lancio del prodotto sul mercato.

L’epoca era quella pre-proibizionista, del Temperance Movement, e Pemberton dovette correre ai ripari. Eliminò il vino dalla ricetta e sostituì la noce di cola, che aveva un sapore amaro, con la caffeina sintetica. Aggiunse poi zucchero, acido citrico e fosforico, vaniglia, olio essenziale di limone, degli estratti di arancia, noce moscata e coriandolo, arancia amara e cassia, e infine l’anidride carbonica.

Così nacque la Coca Cola così come oggi la conosciamo.

Per cui, senza proseguire oltre nell’analisi storica, chi ti vieta di modificarne a tua volta la ricetta partendo dal prodotto imbottigliato? Questo è proprio quello che ti invito a fare in questo articolo.

Enjoy è infatti un Coca e Rum, realizzato con del Rum Jamaicano Overproof Bianco e una Coca Cola aromatizzata alle Amarene e leggermente affumicata con legni di melo.

La scelta delle amarene è dettata dal fatto che la Coca Cola si abbina molto bene con questo frutto, e coi frutti rossi acidi in generale; inoltre le amarene si sposano perfettamente con la vaniglia, che come abbiamo visto è presente nella ricetta della celebre soda.

Per approfondire l’argomento ti consigli di leggere il l’articolo di Giovanni sulle ciliegie.

Vediamo quindi la ricetta.

Ricetta di Enjoy: gli ingredienti

  • 40 ml Rum Jamaicano Overproof Bianco
  • 120 ml Smoked Cherry Cola
  • 1 Ciliegia Frizzante

Strumentazione

  • Tumbler alto da 30 cl
  • Jigger
  • Bar Spoon
  • Pinza per ghiaccio

Preparazione

In un bicchiere ghiacciato versa il rum, aggiungi poi il ghiaccio ed infine versa la Smoked Cherry Cola.

Miscela delicatamente dal basso verso l’alto e decora con una Ciliegia Frizzante.

Preparazioni home made

Smoked Cherry Cola

Ingredienti

  • 40 g Amarene essiccate
  • 800 ml Coca cola
  • Legno di melo per affumicatura

Strumentazione

  • Caraffe
  • Bimby (opzionale)
  • Blender
  • Agitatore Magnetico (opzionale)
  • Pentolino
  • Piastra o fornello
  • Termometro
  • Colino a maglie fini o Superbag
  • Filtro di carta
  • Twist n’ Sparle
  • Smokin’ gun
  • Bottiglia

Preparazione

Per prima cosa devi sgasare la Coca Cola e poi scaldarla fino a raggiungere i 70°C.

Se disponi di un Bimby sarà tutto molto più facile e veloce, e di sicuro non dovrai lavare troppi utensili una volta finito.

Sarà infatti sufficiente versare la coca nella campana, chiudere il coperchio ed impostare la velocità sul 2. Le lame gireranno ad una velocità idonea a sgasare la soda in 5 minuti. In alternativa puoi farlo a mano, utilizzando una classica frusta da cucina o con un agitatore magnetico.

Dopo aver sgasato la coca cola, pesa le amarene essiccate e versale direttamente nella campana insieme alla Coca Cola. Le devi frullare, un po’ come faresti con le mandorle nella preparazione dell’orzata per intenderci. Se non hai un Bimby, utilizza il blender.

Imposta poi la temperatura su 70°C e la velocità delle lame sul 2; lascia andare per 5-10 minuti. Il Bimby mescolerà lentamente il tutto. In alternativa, metti la Coca cola e le ciliegie in un pentolino sul fornello e controlla la temperatura con un termometro.

Fai tornare il liquido a temperatura ambiente e preparati per l’affumicatura.

Carica la Smoking Gun, inserisci la cannula nell’apertura del coperchio e fascia con la pellicola trasparente. Accendila e applica la fiamma (dolce); i fumo inizierà ad uscire. È fondamentale che il tutto avvenga mentre il liquido è in movimento, per cui lascia girare il Bimby a velocità bassa mentre immetti fumo nella campana. In alternativa utilizza un blender, una bottiglia oppure un agitatore magnetico.

Se vuoi conoscere tutti i segreti dell’affumicatura, ti consiglio HOME MADE PRO. Giovanni mostra diverse tecniche e da diversi consigli su come affumicare al meglio.

Una volta che il legno sarà bruciato del tutto, estrai la cannula dall’apertura del coperchio e sigilla la fessura per non far fuoriuscire il fumo dall’interno.

Il mio consiglio è di non esagerare con l’affumicatura, per cui ripeti al massimo un paio di volte l’operazione. Fatto questo, togli la copertura ed elimina il fumo residuo.

Filtra con colino a maglie fini per eliminare i residui più grossolani di frutta. La filtrazione su carta invece va fatta direttamente in frigo, di modo che una volta terminata potrai disporre di un liquido già freddo, pronto da gassare. Per ultimare questo processo impiegherai circa 12-18 ore.

Versa la coca aromatizzata nel TNS, carica di CO₂ e lascia fuoriuscire l’anidride carbonica in eccesso. La soda è pronta.

Consigli

Per tutti i segreti su come ottenere una gassatura perfetta e come preservare l’effervescenza delle sode, ti consiglio di leggere gli articoli di Giovanni al riguardo. Anche per questo argomento ti consiglio HOME MADE PRO: un modulo intero del master è dedicato a questo argomento.

Quanto all’affumicatura, scegli il tipo di legno in base a cosa vuoi ottenere. Se vuoi un’affumicatura poco intensa scegli un legno tipo il Melo o il Pesco.

Ciliegie frizzanti

Te l’ho detto che ti devi divertire!

E allora potresti presentare il tuo drink con una Ciliegia Frizzante come garnish, per esempio.

Per realizzarla ti serve un sifone per panna e cariche di CO₂.

Inserisci le ciliegie nel sifone facendo attenzione a non danneggiarle; a tal fine ti consiglio di farle letteralmente rotolare lungo le pareti del sifone una ad una, dolcemente. Poi carica di anidride carbonica. Riponi in frigo per almeno 3-4 ore prima di servirle.

Le tue Ciliegie Frizzanti saranno davvero molto apprezzate dai tuoi clienti, sono buonissime!

Se vuoi approfondire guarda il video di Giovanni.

È tutto, ti lascio ai tuoi esperimenti. Non dimenticarti mai di divertirti mentre lavori!

Buona miscelazione,
Alessandra

Abbiamo parlato di

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup

Available Coupon

X
error: ATTENZIONE: Tutti i contenuti del sito sono protetti da copyright ©