Liquore ai fiori di Sambuco V1.0

4 min
In questo periodo dell’anno fiorisce il Sambuco (Sambucus nigra). I fiori sono piccoli, odorosi, biancastri tendenti al giallo e profumano di miele e di prato fiorito; essiccano rapidamente all’aria e al sole, assumendo un colore giallo scuro ed un particolare aroma di fieno, che differisce parecchio dal quello del fiore appena raccolto (ma è comunque molto gradevole). In base alla mia esperienza, se estratti in acqua fredda danno una colorazione tendente al marrone, mentre in acqua c...

In questo periodo dell’anno fiorisce il Sambuco (Sambucus nigra).

I fiori sono piccoli, odorosi, biancastri tendenti al giallo e profumano di miele e di prato fiorito; essiccano rapidamente all’aria e al sole, assumendo un colore giallo scuro ed un particolare aroma di fieno, che differisce parecchio dal quello del fiore appena raccolto (ma è comunque molto gradevole).

In base alla mia esperienza, se estratti in acqua fredda danno una colorazione tendente al marrone, mentre in acqua calda e alcol sprigionano un bel giallo paglierino.

In questo articolo vedremo insieme come realizzare un Liquore ai fiori di Sambuco, andando ad utilizzare sia fiori freschi, sia fiori essiccati.

I fiori secchi li andremo ad estrarre in alcol, mentre i fiori freschi li estrarremo in acqua.

Ecco la ricetta.

Ricetta del Liquore ai Fiori di Sambuco

  • 360 ml Tintura ai fiori di Sambuco
  • 360 ml Sciroppo al limone e ai fiori freschi di Sambuco
  • 270 ml Acqua

Con queste quantità poco meno di 1 litro di Liquore ai fiori di sambuco al 35%vol.

Strumenti

  • Bilancia
  • Bilancino di precisione
  • Barattoli in vetro con coperchio
  • Caraffe graduate
  • Imbuti
  • Colino a maglie fini
  • Superbag da 100 micron
  • Filtri di carta
  • Agitatore magnetico (opzionale)
  • Essiccatore (opzionale)

Vediamo ora insieme come realizzare le singole componenti del liquore ai Fiori di Sambuco.

Tintura ai fiori di Sambuco

Ingredienti

  • 380 ml Alcol 96%  
  • 32 g Fiori di Sambuco essiccati

Preparazione

Devi innanzitutto procurarti i fiori di Sambuco. Se sei in grado di riconoscerli, raccoglili ed essiccali tu stesso; il loro profumo durante il processi di disidratazione inebrierà la tua casa per giorni.

Se non hai questa possibilità puoi acquistarli in erboristeria. Fa però attenzione al fatto che siano stati ben conservati quando li compri, perché in più di un’occasione mi è capitato di acquistare fiori non proprio in ottime condizioni, di una colorazione tendente all’ocra scuro e inumiditi. Devono essere asciutti e gialli.

Pesane 32 g ed immergili nell’alcol a 96% vol.; lascia macerare a freddo per un massimo di 5 giorni e agita il contenitore di tanto in tanto. Periodicamente assaggia il liquido e ferma l’estrazione nel momento in cui avrai ottenuto il sapore che più ti piace (solitamente bastano 24-48h).

Filtra con un colino a maglie fini e filtro di carta. Se hai a disposizione una superbag potresti utilizzarla al posto del colino a maglie fini così potrai strizzare bene i fiori e recuperare il liquido al loro interno.

Se tutto si è svolto correttamente otterrai circa 360 ml di liquido color giallo paglierino molto luminoso, e come residuo dei fiori completamente secchi, quasi pietrificati.

Sciroppo al limone e fiori di sambuco freschi

Ingredienti

Da queste quantità dovresti ottenere circa 360 ml di sciroppo.

Strumentazione

  • Bilancia
  • Pelapatate
  • Tagliere e coltello
  • Sacchetti del sottovuoto (opzionale)
  • Macchina del sottovuoto (opzionale)
  • Agitatore magnetico
  • Caraffa graduata

Preparazione

Come puoi notare poi, in questo caso utilizzo dei fiori freschi. Questo perché il loro profumo differisce parecchio rispetto al profumo di quelli essiccati e a me interessava averli entrambi e donare al mio liquore una complessità aromatica maggiore.

Dunque, se hai deciso di andare a raccogliere dei fiori freschi, una volta fatto lavali sotto un flusso dolce di acqua corrente e poi mettili ad asciugare su un canovaccio.

Intanto sciogli l’Oleo Saccharum con l’acqua (meglio se di bottiglia), aiutandoti con un agitatore magnetico o con un bimby. Se non li hai utilizza un pentolino, perché nel momento in cui unirai i fiori allo sciroppo, quest’ultimo dovrà essere tiepido.

Una volta sciolto completamente lo zucchero versa tutto il un barattolo di vetro in cui avrai precedentemente riposto i fiori. Per fare in modo che questi restino sotto il livello dello sciroppo puoi applicare un pesetto.

Lo sciroppo deve rimanere in macerazione coi fiori per 2 giorni, a freddo. Dopodiché va filtrato: ti consiglio di utilizzare una superbag da 100 micron.

A questo punto sarà bene controllare che il grado brix non sia sceso a seguito della macerazione. In caso affermativo andrà calcolata la quantità di zucchero da addizionare per riportarlo ai livelli minimi (62%). Faccio questo non per questioni legate alla conservazione del prodotto, quanto per avere la quantità di zucchero che mi ero prefissata nel prodotto finito.

Come fare il Liquore ai fiori di Sambuco: il blend

Una volta ottenute le singole componenti le dovrai miscelare.

Anche qui tutto dipende da cosa vuoi ottenere. In base al mio gusto personale, e non avendo alcun vincolo a livello di gradazione alcolica finale, ho deciso di strutturare la mia ricetta come descritto all’inizio, ma tu puoi provare a realizzare il tuo personale blend, aggiungendo ad esempio un maggior quantitativo di acqua per abbassarne il tenore alcolico, oppure di sciroppo, per renderlo più dolce.

La seconda filtrazione

Una volta miscelate le singole componenti puoi decidere se filtrare di nuovo, ottenendo un liquido limpido, oppure non filtrare ulteriormente, ottenendo un liquido più opalescente.

I risultati in entrambi i casi sono belli alla vista e gradevoli al gusto perciò sentiti libero di provare strade diverse.

Questa filtrazione puoi farla con filtri di carta.

Imbottigliamento ed etichettatura

A questo punto versa tutto nella bottiglia (meglio se di vetro scuro) ed etichetta.

Se vuoi indica il tenore alcolico, ma ricordati che si tratta di un valore stimato poiché quella esatta può essere accertata solamente mediante appositi esami in laboratorio.

Consigli

Prima di consumare il liquore, infine, ti consiglio di fargli osservare un periodo di riposo in cui tutte le componenti si amalgameranno ed armonizzeranno alla perfezione.

Ricordati poi di usare sempre nella produzione di liquori acqua a basso residuo fisso o di bottiglia per la diluizione.

Sul liquore ai fiori di sambuco è tutto, ora puoi gustarlo freddo oppure prepararci un twist sull’Hugo.

Buona miscelazione,
Alessandra

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup

Available Coupon

X
error: ATTENZIONE: Tutti i contenuti del sito sono protetti da copyright ©