Jack-o'-Cocktail: un drink per Halloween | Giovanni Ceccarelli

Jack-o’-Cocktail: un drink per Halloween

Cocktail a base zucca per halloween

Jack-o’-Cocktail è un drink a base zucca che ho pensato per Halloween. 

Come ogni anno, quando si avvicina Halloween, mi arrivano tante richieste di consigli per dei drink a base zucca da proporre in questo periodo. Ho quindi deciso di giocare d’anticipo!

Anche se quest’anno sarà un Halloween senza serate nei bar, possiamo comunque prepararci un cocktail in casa (no festini e assembramenti, siate responsabili!) e, quando si potrà riaprire, proporlo con un po’ di ritardo. Jack-o’-Cocktail è facile da realizzare anche in casa non avendo bisogno di particolari attrezzature.

miscelare-giovanni-ceccarelli   

La zucca, oltre essere di stagione e simbolo di Halloween, è curiosa da utilizzare: è dolce e ha una consistenza particolarmente cremosa. Proprio per questo motivo la si usa quasi sempre sotto forma di purea. Mosso dalla curiosità ho provato a chiarificare la purea e devo dirvi che il succo non è niente male: per questo motivo questo drink è fatto con il succo di zucca chiarificato.

Se volete, invece di leggere la ricetta e la preparazione, potete dare uno sguardo a questo video dove vi spiego come si prepara!

Ingredienti

  • 50 ml Old Schiedam Genever
  • 50ml Jack-o’-Cocktail special mix

Strumentazione

Per il drink:

  • Jigger
  • Paletta ghiaccio
  • Strainer
  • Bar spoon
  • Tumbler basso da 27-35 cl

Per il premix:

  • Vaporiera o pentola
  • Imbuto
  • Filtro di carta da caffè
  • Frullatore o frullatore ad immersione
  • Cucchiaio
  • Bilancia
  • Caraffa graduata

Preparazione

Come prima cosa vediamo insieme la ricetta e la preparazione del premix.

Ricetta e preparazione del Jack-o’-Cocktail special mix (per 2 drink)

  • 40 ml Miele millefiori
  • 10 ml Infuso di caffè (possibilmente un 100% arabica etiope)
  • 50 ml Succo chiarificato di zucca gialla

Come prima cosa dovete cuocere la zucca gialla. La potete cuocere in una vaporiera o facendola bollire in una pentola. La zucca è cotta quando riuscite a bucarla senza fatica con uno stuzzicadenti. Una volta cotta, frullatela fino a renderla una purea.

Ottenuta la purea dovete dovete chiarificarla. Io l’ho chiarificata per centrifugazione con lo Spianzall ma, se non avete questo strumento, potete chiarificare con la tecnica della gelatina.

Se non sai come si chiarifica con la gelatina o non ti ricordi i passaggi, puoi leggere il mio articolo o guardare il video cliccando qui. È una tecnica molto semplice da applicare anche in casa, quindi zero preoccupazioni. Dovete solo muovervi per tempo perché sono necessarie circa 48h!

Chiarificato il succo dovete preparare un infuso a base di caffè. Io ho utilizzato il Banko Gotiti di Gardelli. Per l’infuso dovete usare 7 grammi di caffè ogni 100 ml di acqua. Tempo di infusione 2-3 minuti. Non fate troppo infuso: nel premix ne serve veramente poco!

Una volta che il caffè e il succo chiarificato sono pronti, non vi resta che miscelare questi due ingredienti con il miele. Imbottigliate in uno squeezer o in una bottiglietta di vetro e stoccate in frigorifero (2-3 giorni al massimo).

A questo punto possiamo preparare il drink.

Preparazione del drink

In un mixin’ glass precedentemente raffreddato, versate il Genever e il premix (50 ml e 50 ml). Aggiungete ghiaccio e fate uno stir veloce: è importante non raffreddare e diluire troppo.

Una volta raffreddato e diluito, versate il drink in un tumbler basso. Vi consiglio di utilizzare un cubo di ghiaccio per limitare la diluizione secondaria. Se non avete il cubo di ghiaccio usate dei normali cubetti.

Non è necessario decorare!

Ora che sapete come preparare questo drink non vi resta che mettervi all’opera! Fatemi sapere se vi è piaciuto e se lo preparare pubblicate una foto su Instagram o Facebook e ricordatevi di taggarmi!

Buona Miscelazione,
Giovanni

Grazie per aver letto l'articolo, cosa ne pensi?

[Totale: 2    Media Voto: 5/5]

Comments

comments

A seguito del DPCM i corsi in aula sono momentaneamente sospesi
A seguito del DPCM i corsi in aula sono momentaneamente sospesi