Sex on the Green: twist sul Sex on the Beach

2 min
Sex On The Green

Ciao mi fai un Sex… Quante volte abbiamo sentito questa frase?!

Il Sex on the Beach è un famosissimo cocktail a base di vodka, nato in America negli anni ’80, quando negli USA, il consumo di questo distillato prese piede pian piano all’interno dei bar.

Nacquero così molti dei cocktail fruttati arrivati fino ai giorni d’oggi, che tutt’ora vengono richiesti nella maggior parte dei cocktail bar.

Naturalmente, prodotti, materie prime, conoscenze, attrezzature e tecniche usate, non possono essere paragonate a quelle in uso nei giorni moderni. A questo punto mi sono detto: “perché non provare a migliorarlo?

Quando penso che un drink possa avere delle potenzialità, credo valga la pena cercare di renderlo il più appetibile possibile per la clientela che frequenta il locale.

Lavorando in un bar stagionale sul lungomare, ho cercato di renderlo il più fresco, dissetante ed estivo possibile.

Il risultato è stato che il Sex On The Green, così ho deciso di chiamarlo per via del nome del locale, è stato il cocktail del menù più venduto, con circa 1100 drink in 5 mesi.

Curiosità: non essendoci succo di cranberry all’interno del drink, mancava una parte acida importante, quindi ho deciso di acidificare la spremuta di arancio.

Risultato…beh, provare per credere!

Ingredienti

  • 40 ml Vodka al Cranberry
  • 90 ml Spremuta di arancia acidificata
  • 25 ml Sciroppo di pesca

Strumentazione

  • Tumbler alto da 42/44 cl
  • Boston shaker
  • Bar spoon
  • Jigger
  • Strainer
  • Paletta per ghiaccio

Preparazione

Raffredda il bicchiere con del ghiaccio.

Versa tutti gli ingredienti dentro il boston shaker, aggiungi ghiaccio e shakera vigorosamente.

Scola l’acqua formatasi nel bicchiere o, se preferisci, cambia il ghiaccio, prima di versare il drink all’interno del bicchiere.

Io decoro con fiori eduli dai colori vivaci per un impatto visivo che colpisce.

Consigli e Preparazioni Home Made

Il mio consiglio è di non usare double strain, perché così facendo molta pesca si fermerà nel colino, facendo perdere texture e corpo al drink.

Per la vodka al cranberry, metti in infusione in 1 litro di vodka 90 grammi di cranberry essiccati per circa 48h. Fai una ricerca sul web, si trovano in molti negozi online. Se trovi i cranberry freschi, ti consiglio di essiccarli prima.

Per un litro di vodka dovrai mettere ad essiccare circa 125 grammi di freschi. Io li metto in infusione quando avranno perso circa il 30% del loro peso (saranno quindi circa 90 grammi).

Per lo sciroppo di pesca, usare le più comuni e diffuse pesche gialle.

Trovo infatti che le pesche gialle siano molto più aromatiche e adatte a questa preparazione rispetto alle pesche bianche. Giovanni ha fatto un webinar sulle pesche. Se lo vuoi vedere, clicca qui.

Estrai le pesche in estrattore, filtra bene il succo e aggiungi zucchero in grani fino a portare la miscela al 62 °brix.

Se vuoi approfondire queste preparazioni, ti consiglio di valutare l’iscrizione al master di alta formazione HOME MADE PRO.

Fuori stagione, si può ricorrere a puree 100% frutta come Polposita.

Per l’arancia acidificata, importante è che siano sempre arance a polpa gialla, come la “generica” arancia navel, reperibile ogni periodo dell’anno i tutti i supermercati. Puoi iniziare addizionando 1.5 grammi di acido citrico ogni 100 ml di succo.

Se avete il vostro fruttivendolo di fiducia, non esitate ad acquistare Pesche e Arance di qualità superiore.

Per il Sex On The Green è tutto!

Enjoy,
Mirco

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup

Available Coupon

X
error: ATTENZIONE: Tutti i contenuti del sito sono protetti da copyright ©