Shiitake Martini, sapido e leggermente affumicato

2 min
Il cocktail Shiitake martini

I funghi sono l’ingrediente topic del mese di febbraio qua su Cocktail Engineering; per questo ho deciso di usarli per fare un twist sul classico Dry Martini.

Shiitake Martini è un drink elegante, con un pizzico di sapidità che rende questo twist on classic un’alternativa stravagante.

Oltre ai classici London Dry Gin e Vermouth Dry andremo ad aggiungere del ghiaccio ai funghi Shiitake affumicato. L’affumicatura del ghiaccio dona al drink un “ricordo aromatico” di funghi cotti al bbq.

Come si può ben intuire, la diluizione gioca un ruolo fondamentale nella costruzione del drink, per questo l’equilibrio o bilanciamento è assolutamente personale.

Per quanto riguarda gli ingredienti, credo che un gin troppo profumato sia da evitare, mentre i vermouth con un’elevata sapidità sono perfetti per questo drink.

Ingredienti

  • 60 ml London Dry Gin
  • 10 ml Vermouth Dry
  • Ghiaccio ai Funghi Shiitake affumicato
  • 2 gocce di Zucchero liquido

Strumentazione

  • Mixin’ glass
  • Coppetta da cocktail
  • Bar spoon
  • Jigger
  • Strainer
  • Smoking gun
  • Paletta per ghiaccio

Preparazione

Raffredda bene la coppetta.

In un mixin’ glass freddo versa il ghiaccio ai funghi e affumicalo (Se non sai come fare, clicca qui).

Scola l’acqua in eccesso e versa gin e vermouth all’interno del mixin’ glass.

Miscela (stir) fino a raggiungere la diluizione e il raffreddamento desiderato (assaggia!).

Filtra nella coppetta da cocktail.

Shiitake Martini è pronto!

Consigli

Sconsiglio di fare un twist di limone: secondo me crea un contrasto sgradevole con funghi e affumicatura.

Le mie proporzioni tra Gin e Vermouth sono un semplice punto di partenza.

Attenzione al ghiaccio: più diluizione, più il drink avrà sapore di funghi. Trovare il giusto equilibrio è fondamentale.

La scelta del London Dry Gin è personale, io uso Tanqueray per questo drink, mentre per quanto riguarda il Vermouth, uno tra Dolin Dry e Noilly Prat Dry, può fare la differenza tra una gradevole percezione salmastra e una leggera nota ossidata.

Per affumicare ho utilizzato legno di Hickory.

Lo zucchero liquido è una “chicca” che mi ha insegnato Giovanni: due semplici gocce rendono il cocktail molto più interessante dal punto di vista strutturale e del sapore, senza incidere assolutamente sulla dolcezza!

Vediamo ora come preparare il ghiaccio ai funghi.

Ghiaccio ai funghi Shiitake

Ingredienti

  • 8 g Funghi Shiitake secchi
  • 500 ml Acqua naturale

Strumentazione

  • Roner
  • Vasca per bagno termostatato
  • Macchina del sottovuoto
  • Caraffe graduate
  • Stampi per ghiaccio
  • Imbuto
  • Filtri in carta da liquore
  • Bilancia

Preparazione

Pesa i funghi secchi e mettili a bagno nell’acqua.

Versa acqua e funghi dentro un sacchetto per sottovuoto, aspira l’aria in eccesso e posiziona il tutto in un bagno termostatato a 70° per 1 ora.

Effettuata l’infusione, filtra prima con colino a maglie fini e in seguito con filtro di carta.

Aspetta che il liquido torni a temperatura ambiente e riempi gli stampi per ghiaccio.

Quando il liquido sarà completamente congelato, il ghiaccio sarà pronto per essere utilizzato.

I funghi avanzati dalla filtrazione si possono cucinare e poi servire come un simpatico side.

Consigli

Non ti preoccupare se il ghiaccio avrà delle zone bianche. Questo ghiaccio serve solo per lo stir e le impurità non hanno particolare influenza sul sapore.

Enjoy,
Mirco

Se vuoi condividere qualche drink o preparazione home made all’interno della community su facebook, ti aspettiamo. Scrivi dentro la community anche se hai dei dubbi: tanti colleghi sono pronti ad aiutarti!

Se non sei ancora iscritto alla community clicca qui.

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup

Available Coupon

X
error: ATTENZIONE: Tutti i contenuti del sito sono protetti da copyright ©