Carota Pop! gin Death’s door, succo di carota e Shichimi Togarashi

3 min

Se i cocktail fossero libri e dovessi catalogare il drink di oggi, lo metterei in uno scaffale vicino ad un Bloody Mary. Oggi infatti vi preparo un drink con un gin speciale e con le carote.

Il mio intento era quello di creare un cocktail adatto all’aperitivo (ma non solo), leggermente umami ma al tempo stesso fresco e con una texture più liscia che lo rendesse più “piacione” rispetto ad un Bloody Mary.

Obiettivo raggiunto? Credo proprio di sì! E se decidessi di provare questa ricetta sono certo che ti piacerà e anche i tuoi clienti la apprezzeranno.

Dunque, al lavoro: si parte dalle carote.

Per questa ricetta ho utilizzato un estrattore per ottenere il succo fresco che ha un bellissimo colore arancione, un sapore fresco e leggermente sapido: caratteristiche molto interessanti da sfruttare in miscelazione.

Tuttavia per quanto inusuale ed affascinante possa essere il sapore del succo di carota, per esprimersi al meglio in un drink ha bisogno di qualcosa in più; ecco perché ho deciso di arricchirlo con una speziatura insolita.

Ho condito il succo con il Shichimi Togarashi, un mix di spezie tipiche della cucina giapponese. Questo blend è facilmente reperibile in commercio, ma non esiste una ricetta precisa. Normalmente gli ingredienti sono: peperoncino Togarashi, scorze di agrumi, semi di sesamo e canapa, alga nori, pepe di Sichuan e zenzero (tutte essiccate, ovviamente).

Questo condimento offre note speziate e piccanti, oltre ad un lievissimo sentore umami. Al tempo stesso l’aroma risulta fresco grazie alla presenza del pepe Sichuan e alle scorze di agrumi. Potrai dosare a tuo piacimento la spezia in modo da personalizzare il risultato finale.

Veniamo ora alla struttura portante del drink, ossia la parte alcolica. Ho selezionato il Death’s Door, un gin dal carattere inconfondibile, contraddistinto da pochi elementi botanici: ginepro, coriandolo e semi di finocchietto. Questo gin americano viene imbottigliato al 47% vol ma risulta morbido e fresco con delle note balsamiche ed erbacee.  Un gin perfetto per questa ricetta, ma che funziona benissimo anche in Cocktail Classici o Twist on Classic nei quali esprime perfettamente la sua personalità.

Tornando al nostro drink, dopo aver miscelato gin Death’s Door e il succo di carote condito, ho bilanciato la ricetta con acidità e dolcezza, rispettivamente con succo di limone ed una piccola quantità di sciroppo di zucchero. Non volevo un drink dolce, puntavo a mantenere un profilo gustativo abbastanza asciutto, fresco e speziato.

Per una nota di sapidità extra e per un tocco estetico ho pensato infine di servire questo long drink con una rim di sale di sedano e con un chunk di ghiaccio per mantenere la temperatura giusta durante la bevuta senza alterare troppo la diluizione.

Ecco a voi Carota Pop!

Hey, stai continuando a leggere? In effetti non è tutto… Ti confesso che questa ricetta ha una doppia identità. Curioso? Mi spiego meglio.

Tra i test condotti in laboratorio ho provato a chiarificare il drink con lo yogurt ottenendo un risultato eccezionale ma molto diverso in termini di sapore/gusto e ovviamente nell’aspetto estetico. Anche la parte visiva è un parametro da non sottovalutare, poiché ha un impatto importante sull’esperienza gustativa e quindi è da valutare con estrema attenzione quando si pensa ad una ricetta.

Ho quindi scelto di proporre il drink nella versione non chiarificata per non rinunciare alla texture e al bellissimo colore. Tuttavia mi sembrava opportuno segnalartelo, e invitarti a provare anche la versione chiarificata per valutare il risultato.

Ricetta Carota Pop!: gli ingredienti

  • 40 ml Gin Death’s Door
  • 120 ml Succo condito Carota con Shichimi Togarashi
  • 15 ml Succo di limone fresco
  • 5 ml Sciroppo di Zucchero al 62%
  • 1 Chunk di ghiaccio
  • Sale di Sedano (per la Rim)

Strumentazione

  • Tumbler alto da 350 ml circa
  • Jigger
  • Bar spoon
  • Pinza per il ghiaccio

Come fare il Carota Pop!: la preparazione

Preparare il drink è molto semplice: prepara un bicchiere con la rim di sale di sedano e (se ne hai la possibilità) riponilo in un freezer con il chunk di ghiaccio all’interno.

Al momento del servizio, preleva il bicchiere dal freezer e versa (aiutandoti con un jigger) gli ingredienti. Mescola delicatamente per raffreddare e il drink sarà pronto.

Succo di Carote condito con Sishimi Togarashi

Ingredienti

  • Carote
  • Spezie Sishimi Togarashi
  • Acido Ascorbico (facoltativo)

Strumentazione

  • Pelapatate
  • Tagliere
  • Coltello
  • Estrattore
  • Mortaio o Trita Spezie elettrico
  • Bilancia di precisione
  • Caraffa graduata
  • Bar spoon
  • Superbag

Preparazione

Per prima cosa dovrai lavare e pulire bene le carote e ottenere il succo con un estrattore (o una centrifuga). Filtra molto bene il succo ottenuto con una superbag.

Condisci il succo con il blend di spezie Sashimi Togarashi. Ti consiglio di tritarle bene in un mortaio o meglio con un macina spezie elettrico. Dovrai valutare la quantità di spezie seguendo il tuo gusto, in base alla speziatura più o meno accentuata che vorrai ottenere. Segna la quantità in grammi/litro in modo da rendere la ricetta replicabile.

A questo punto lascia riposare il succo con le spezie per una decina di minuti per favorire l’infusione. Ora puoi decidere se filtrare nuovamente il succo di carote ottenendo così un liquido privo di particelle di spezie oppure di lasciarlo tale e quale per un aspetto visivo più organico e naturale. Se avrai tritato bene le spezie non darà fastidio durante la bevuta.

Imbottiglia il succo seguendo le linee guida del tuo manuale HACCP.

Consigli

Puoi aggiungere una piccola quantità di acido ascorbico (0,02% in peso) al succo di carota per rallentare l’imbrunimento enzimatico.

Buona Miscelazione,
Giovanni

Tempo di preparazione

2 minuti

Tempo totale

2 minuti

Numero di drink

1

Ingredienti
  • 40 ml Gin Death's Door
  • 120 ml Succo condito Carota con Shichimi Togarashi
  • 15 ml Succo di limone fresco
  • 5 ml Sciroppo di Zucchero al 62%
  • 1 Chunk di ghiaccio
  • Sale di sedano (per la rim)
Strumenti
  • Tumbler alto da 350 ml circa
  • Jigger
  • Bar spoon
  • Pinza per il ghiaccio
Autore
Giovanni CeccarelliDivulgatore, docente, consulente
Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup

Available Coupon

X
error: ATTENZIONE: Tutti i contenuti del sito sono protetti da copyright ©