Fico eh? un sour con fichi e chiodi di garofano

3 min
Oggi vi presento un drink con una texture ricca e delle piacevoli note speziate. L’ingrediente che ha dato vita alla ricetta di questo mese è un frutto buonissimo ma non facile da lavorare in miscelazione. Sto parlando del fico: che ficata! Se stai già pensando ad elaborazioni da “mission impossible” o a preparazioni complicate, sei fuori strada. Ti darò le istruzioni per preparare questo drink nel modo più semplice possibile. Proprio per questioni di semplicità e pratici...

Oggi vi presento un drink con una texture ricca e delle piacevoli note speziate.

L’ingrediente che ha dato vita alla ricetta di questo mese è un frutto buonissimo ma non facile da lavorare in miscelazione. Sto parlando del fico: che ficata!

Se stai già pensando ad elaborazioni da “mission impossible” o a preparazioni complicate, sei fuori strada. Ti darò le istruzioni per preparare questo drink nel modo più semplice possibile.

Marmellata di fichi home made

Proprio per questioni di semplicità e praticità, soprattutto pensando ad un eventuale inserimento di questo drink in un cocktail menu, ho scelto di utilizzare i fichi sotto forma di marmellata. Io ne ho selezionata una commerciale, ma di ottima qualità.

Se leggi i miei articoli avrai capito che non ho nulla in contrario all’utilizzo di prodotti commerciali o industriali, l’importante è analizzare il contesto in cui si opera e valutare il prodotto non solo da un punto di vista gustativo ma anche da quello di vantaggi, svantaggi e benefici anche economici dell’utilizzo.

Pensando a cosa abbinare ai fichi sul versante alcolico mi riesce difficile non pensare a Rum invecchiati e Vermouth. Non sono gli unici prodotti abbinabili ma sicuramente sono tra quelli più attinenti. Niente contrasti di sapori quindi!

Ti dico subito che il cocktail alla fine è diventato un sour drink. Dico “sour” non tanto per la presenza di albume (che in effetti non c’è), ma per il senso generale del termine, ossia un drink che trova il suo bilanciamento nei sapori dolce/acido. Niente albume quindi, ma la marmellata ha fatto il suo gioco nel cocktail e oltre a conferire dolcezza e sapore ha reso la texture ricca e piacevole.

Per la scelta del Rum, dopo alcuni assaggi ho optato per un rum cubano invecchiato, quindi non troppo complesso e con sentori “legnosi” non troppo marcati. Per il Vermouth invece ho utilizzato un classico che è servito per un tocco di complessità aggiuntiva.

In complemento alla marmellata ho incorporato poi una piccola quantità di Honey Mix (se non sai come farlo clicca qui) nel quale ritroviamo appunto il miele: anch’esso ha forti attinenze aromatiche con il resto degli ingredienti.

Come parte acida il succo di limone si è rivelato perfetto.

Ho scelto infine di shakerare il drink e di servirlo in una coppetta ben ghiacciata per mantenerlo alla giusta temperatura più a lungo.

A proposito, chi ha detto che il Vermouth non si shakera? Non lo so con esattezza, ma ti consiglio di non perderci il sonno.

Fico eh? Un drink di fine estate che preparerà i tuoi sensi all’arrivo dell’autunno.

Ricetta Fico Eh? : gli ingredienti

  • 60 ml Havana 7
  • 2 Bar spoon colmi marmellata fichi
  • 1 Bar spoon Honey Mix
  • 15 ml Vermouth Carpano
  • 20 ml succo fresco di Limone
  • 2-3 Dash Tintura Chiodi di Garofano

Strumentazione

  • Coppetta da Cocktail da 150 o 180 ml
  • Jigger
  • Barspoon
  • Shaker
  • Strainer
  • Colino a maglie fini
  • Paletta per il ghiaccio

Come fare il Fico Eh? : la preparazione

Versa gli ingredienti nello Shaker e miscela con un barspoon per amalgamare bene la marmellata. Shakera con ghiaccio di buona qualità e versa in una coppetta effettuando un double-strain.

Il drink è pronto per essere servito.

Consigli

In caso di temperature alte, puoi servire questo cocktail con un chunk di ghiaccio in una coppetta più grande o in un Tumbler ma inevitabilmente la texture del drink verrà modificata.

Preparazioni Home Made

Tintura di Chiodi di Garofano

Ingredienti

  • 12 g Chiodi di Garofano
  • 90 ml Rum Giamaicano
  • 20 ml Alcol al 96%vol

Strumentazione

  • Bilancia
  • Trita spezie
  • Caraffa graduata
  • Contenitore in vetro a chiusura ermetica
  • Colino
  • Filtro carta
  • Imbuto
  • Cucchiaio

Come fare la Tintura di Chiodi di Garofano: la preparazione

Preparare una tintura di Chiodi di garofano è abbastanza semplice e non ti serviranno strumentazioni particolari.

Inizia triturando i chiodi di garofano in un mortaio o in un trita spezie e metti tutto in un contenitore a chiusura ermetica possibilmente in vetro.

Ora aggiungi l’alcol, il Rum Giamaicano e chiudi il barattolo. Lascia macerare per qualche giorno agitando di tanto in tanto. Tritando bene la spezia solitamente 48/72 ore sono sufficienti per ottenere un buon risultato, tuttavia ti consiglio di assaggiare per valutarne il gusto.

Il suo sapore deve essere intenso e tieni a mente che dovrai valutare il risultato nel drink finito e non tanto come prodotto a se stante.

Quando l’estrazione ti soddisfa, filtra con un colino e poi con un filtro di carta da caffè o da liquore e imbottiglia in una bottiglietta contagocce oppure in una bitters bottle.

Consigli

Se vuoi ottenere una tintura dal sapore più neutro e meno complesso puoi utilizzare come solvente della Vodka oppure una miscela di acqua e alcol.

Fai sempre attenzione al corretto stoccaggio e ai tempi di conservazione dei tuoi ingredienti home made e ricordati di aggiornare il tuo manuale HACCP.

Se non sai dove acquistare le spezie, potresti valutare quelle della linea di Giovanni Spezia Versatile. Clicca qui per acquistare le spezie.

Buona Miscelazione,
Matteo Sq.

Abbiamo parlato di

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration

Invite & Earn

X
Signup to start sharing your link
Signup

Available Coupon

X
error: ATTENZIONE: Tutti i contenuti del sito sono protetti da copyright ©